domenica 24 maggio 2015

Capaci, 23 maggio 1992 - per non dimenticare

Oggi è un giorno importante.
Il giorno degli eroi.
Falcone, sua moglie, gli agenti della scorta, morti, perchè avevano un difetto: loro, le cose storte, proprio non potevano vederle.
E' più facile non mettersi in discussione, più facile accettare di rimanere nelle proprie certezze, piuttosto che, accettare un cambiamento, piuttosto che accettarne le conseguenze.
Falcone, sapeva che, la sua vita non sarebbe durata a lungo ed insieme a lui, gli uomini che lo proteggevano, la donna che lo amava e che è rimasta al suo fianco, nonostante tutto, come nella vita, così anche nella morte.
Lui si definiva un morto che cammina ed in effetti, la mafia lo voleva morto. Lui, era troppo, sapeva troppo ed era troppo onesto. Aveva le sue idee, i suoi principi, e il coraggio di difenderli.
Lui non si lamentava del suo lavoro, non si lamentava di essere rimasto solo.
Io, immagino un uomo paffuto, spiritoso, a cui piaceva mangiare e stare in compagnia degli amici. Lo immagino star seduto al suo studio, oppure nascosto in casa, ed immagino chr anche lui, delle volte, avesse paura.
Perchè è vero che è stato un eroe, è vero che, era un uomo coraggioso, ma non era incosciente. E se sei cosciente di ciò che fai, allora, non puoi non avere paura.
"Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole. Se dovessimo dar credito ai discorsi, saremmo tutti bravi e irreprensibili."
Lui, aveva capito una cosa fondamentale. A discorsi, gli uomini, sono tutti bravi, le buone intenzioni o le false buone intenzioni, sanno imbastite di discorsi eccezionali  e convincenti, ma è solo al momento di agire, che si riconosce un uomo.
Io quel caldo giorno di maggio, me lo ricordo bene, c'era il sole e l'aria era calda e limpida.
Quel giorno, la mafia si è superata, ha fatto qualcosa che mai aveva fatto prima di allora e dire che, di stragi ne aveva compiute tante.
Doveva dare un segnale, doveva essere eclatante.
E certamente, eclatante lo è stato.
Ricordo l'autostrada che io conoscevo bene, completamente distrutta, le auto sventrate, la puzza di bruciato, la disperazione, il fumo, l'incredulità della gente.
Ricordo cosa si diceva della sicilia e dei siciliani, ricordo che noi stessi, camminavamo per strada, con aria incredula, scioccati, allibiti e nessuno di noi, riusciva a credere che ciò che aveva interrotto le nostre vite quel giorno, non fosse un film molto violento, ma fosse la realtà.
Io, la mia terra, la mia gente, in quelle immagini di morte e crudeltà, non la riconoscevo.
Volevano sottrarci il coraggio, la dignità, la forza di non arrenderci, di sperare in un domani migliore.
Ma hanno ottenuto il contrario.
La sicilia, non ha abbassato la testa.
I siciliani, erano tutti, con quegli eroi coraggiosi e pieni di dignità, fatti saltare in aria, da chi, non ha altra via che la violenza.
Da chi ha dovuto tappare la bocca e la mente ad una squadra di uomini, che lavoravano per la giustizia, per l'onestà e per la trasparenza di questo nostro paese.
Falcone, il suo coraggio, la sua forza, il suo sorriso, non verrà mai dimenticato.
Lui, non aveva paura delle conseguenze, solo perchè non poteva fare altrimenti. La sua coscienza ed il suo cuore erano troppo limpidi per poter accettare il compromesso.
"Chi non ha paura di morire, muore una volta sola"
Noi, non dimenticheremo mai lui, e non dimenticheremo mai, chi ha dato la propria vita per proteggerlo, credendo come lui, nella giustizia, nell'onestà, nel dovere che ogni essere umano ha.
Grazie Giovanni, a nome di chi, è cresciuto sapendo ciò che hai fatto, sapendo che grande uomo eri.
Non esiste oblio per gli eroi.
Il nostro ricordo, la nostra riconoscenza, il nostro rispetto, ti manterrà sempre in vita.
Grazie, eroe.

1 commento:

  1. un bellissimo post per ricordare un eroe, un uomo diverso dalla massa che ha sempre avuto il coraggio di andare avanti nonostante tutto...se tutti avessi anche solo un po' della sua forza, delle sue idea sarebbe un mondo migliore
    buon inizio settimana

    RispondiElimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...