lunedì 13 aprile 2015

La magia dei ricordi....




Ho sempre una certa riverenza nei confronti dei ricordi, è come se loro fossero parte di me, ma è come se non li avessi scritti io; eppure fanno parte della mia vita, di ciò che un giorno è stato presente.
Forse perchè, troppe volte, l'ho subita, troppe volte, ho lasciato che il mio destino seguisse la via più "giusta", più naturale, per paura di cambiare, per paura di prendere veramente delle decisioni.
Troppe volte, ho lasciato che la mia vita prendesse un unico binario, programmato spesso da decisioni altrui o da altrui voleri, per paura di ferire.
Ed ecco che i ricordi appaiono sbiaditi, avvolte completamente offuscati o peggio, persi nella memoria del tempo.
Ed invece non voglio più che sia così, voglio alla mia veneranda età, imparare a ricordare, a fare un puzzle degli eventi della mia vita, che mi hanno portata dove sono, che mi hanno portata a cambiare, a stare bene, o a piangere lacrime di sacrifici, lacrime amare perchè la persona che si rifletteva nello specchio, non la riconoscevo, non riuscivo a guardarla, non la capivo e non la comprendevo più.
Ecco come ho vissuto molto spesso, in una bolla, con la paura del suo scoppio, con la paura che essa stessa, potesse farmi esplodere e non implodere come spesso ero abituata a fare.
Forse per questo, le poche esplosioni della mia vita, sono state poi, tragiche e violente. Delle deflagrazioni di portata impressionante, e dal cratere che si perde a vista d'occhio.
Impossibile capire da cosa avessero origine.
Se ne poteva intravedere la miccia che, aveva dato origine all'esplosione vera e propria, ma mai la giusta causa.
Sono andata avanti così, praticamente per tutta la vita.
Oggi, finalmente, pian piano, acquisisco cognizione e rispetto di me stessa.
Certamente non sono perfetta, tutt'altro, ma vivo la mia vita accettandomi un pò di più, cercando di non distruggermi se non posso essere ciò che gli altri si aspettano, cercando inutilmente di essere ciò che gli altri si aspettano da me.
Oggi, semplicemente sono io.
Oggi, sfoglio gli album di ricordi e vi vedo una bimba, sempre triste, al massimo un sorriso forzato.
Mi fa una gran tenerezza quella bambina, si sente sola, si sente sbagliata, si sente abbandonata. Tutta la vita, si è sentita così.
Ed invece poi, per caso, apro una cartella nel mio computer, e vedo soltanto foto del mio piccolo amore, di quando era più piccino, di quando ancora aveva dieci dentini in bocca. 
Lui, sorride sempre.
E quando lui sorride, non lo fa solo con le labbra.
Sorridono gli occhi, sorride il viso, le labbra, tutto.
Ed è meraviglioso.
Ed allora, penso, tesoro mio tu sei felice.
Ed è la cosa più bella che esiste.
E' la vittoria più grande, per una mamma che finalmente è fiera di esserlo, per una bimba che non sorrideva mai, per una donna, sempre imperfetta.
Lui, la sua allegria, sono la mia vittoria sul mondo, su me, sulla vita.
I suoi sorrisi, sono la mia luce e prego ogni sera Dio, che quel sorriso non si spenga mai.

2 commenti:

  1. I am now not sure the place you are getting your info,
    but good topic. I must spend some time studying more or figuring out
    more. Thank you for fantastic information I used to be searching for
    this information for my mission.

    Feel free to surf to my web site free music downloads (http://freemusicdownloadsb.com)

    RispondiElimina
  2. grazie a te, per essere passato.

    RispondiElimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...