martedì 9 aprile 2013

Sogni

Ognuno di noi, ha un sogno nel cassetto.
I sogni fanno parte della nostra vita, li teniamo nascosti in un cassetto ben chiuso infondo a noi, li custodiamo perchè non vengano dispersi, umiliati, trattati male. Oppure passiamo la vita ad inseguirli, a rincorrerli; avvolte sono così vicini a noi, che possiamo quasi toccarli; altre sembrano lontani ed irraggiungibili, ma fortunatamente la vita è imprevedibile, è strana, bizzarra e riesce a sorprenderci. E così facendo, ci da proprio ciò che non ci aspettavamo più, ciò a cui avevamo rinunciato.
E' bello sognare, ci fa vivere in un mondo tutto proprio, dove tutto è possibile.
Ci fa viaggiare con la fantasia, ci fa sentire e stare bene.
I sogni, sono un pò il carburante della vita, sono il nostro domani.
Come tutti, anche io ho tanti sogni; alcuni sono semplici, altri complicati, altri ancora sono lontani, alcuni sembrano irraggiungibili.
Il mio sogno da sempre, quello che inseguo fin da ragazzina, è quello di scrivere.
In parte con il blog, ho realizzato questo sogno, ma la vera essenza di questo sogno, è scrivere un libro. Ma siccome quando si sogna, si deve farlo in grande, il mio sogno è avere una casa vicino ad una spiaggia, con una grande vetrata, un computer su di una scrivania, in cui mettermi a scrivere, mentre le onde del mare accarezzano la spiaggia, dolcemente, proprio come una mamma accarezza il suo bambino.
Il mio sogno è scrivere di me, della mia vita, dei miei sogni, delle mie speranze, dei miei dolori.
Magari romanzando un pò...
Ma è difficile!
Non so quante volte ci ho provato, ho iniziato, ma poi, non riesco ad andare avanti.
Non è facile parlare di sè, analizzare i propri stati d'animo, le proprie emozioni.
Anzi è veramente difficile. E' come spogliarsi in uno stadio gremito.
C'è una sorta di pudore, di timore, di dolore sulla superficie, che sono difficili da mettere da parte.
E' scavarsi nell'intimo, ed essere magari costretti ad affrontare ciò che per una vita abbiamo cercato di dimenticare.
Io non so se mai si avvererà questo mio sogno.
Scrivere per vivere.
So, che ho molto dentro da dire, ma troppa paura ancora di chi legge. Di chi giudica.
Forse prima o poi, sarò pronta per farlo, forse continuerò a leggere ed a divorare libri, come fossero caramelle.
Non so quanti libri ho letto, non so quanti ne ho divorati in due ore, perchè la trama mi appassionava a tal punto, da non riuscire a staccarmi.
Ogni volta che, mi tuffo in un romanzo. Io divento la protagonista, io vivo, sorrido, lotto, amo, soffro, come se ciò che stessi leggendo, rivivesse in me.
Mio marito, mi rimprovera avvolte, questo mio isolarmi, questo ogni tanto, voler stare da sola con me, allontanandomi da tutti.
Per me, è un'esigenza, perchè, io nella vita di tutti i giorni, tendo a perdere di vista me stessa, tendo a non ricordarmi di ciò che sento, di ciò che provo, delle mie emozioni, dei miei ricordi, della mia anima.
E così, ho bisogno di ritrovarmi, e lo faccio stando in solitudine, spendendo del tempo per me, non dovendomi preoccupare degli altri.
Probabilmente se ci fosse lui poi, non avrei il piacere di ritrovarlo tornando a casa.
Non avrei il piacere di raccontarmi quando ci ritroveremmo occhi negli occhi a parlare.
Non riuscirei a trovare quella serenità con la quale cerco di vivere, perchè non starei bene con me e finirei per mettere lui al primo posto, come faccio quando c'è da scegliere fra lui e me.
Anche se delle volte, nemmeno se ne accorge.
Avvolte la solitudine non è solo silenzio e desolazione. E' serenità e pace.
Non è allontanarsi.
E' ritrovarsi.
E voi? quali sono i vostri sogni? quali le vostre speranze?
Volete condividerli con me?

1 commento:

  1. Ciao,bellissimo post,mi ci ritrovo dentro. Anche io sono piena di sogni,qualcuno realizzato,ma tanti no. Spero riuscirci prima o poi!! Io penso che ognuno di noi nasce per un motivo,ma ancora non ho ben capito il mio. Bellissimo blog ciao

    RispondiElimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...