venerdì 14 dicembre 2012

Sono già solo

Premetto che amo moltissimo questa canzone, anche se mette un pò di ansia la sua musica.
Ma io la amo.
La amo perchè, mi ricorda un periodo fatto di tante emozioni forti, di risveglio da una specie di letargo al quale mi ero condannata da sola.
Perchè avvolte, io, quando proprio non ce la faccio ad andare avanti, stacco l'interruttore, anzi, non è vero, stacco proprio la spina, il contatore della luce, e pure quello dell'acqua (tanto per essere al completo), che con quello che costano oggi, in periodo di crisi, unisco l'utile al dilettevole. Vabbè sdrammatizziamo...
Comunque, nel mio essere appunto, poco normale, è veramente così, ad un certo punto, mi spengo. Perchè stare accesi e stare dietro a tutti ed a tutto, avvolte è una gran fatica.
Ed avvolte, non pensare a domani, non avere sempre un mare di responsabilità sulle spalle, aiuta a sentirsi meglio. Aiuta a vivere.
Ognuno di noi, credo, abbia quei luoghi bui e tetri dentro di sè. Anche quando decidiamo di sorridere e di andare avanti. Anche quando decidiamo di entusiasmarci per qualcosa che ci stancherà dopo due minuti e ci farà pentire amaramente di averla fatta.
Ed ognuno di noi penso attenda qualcosa.
Io attendo...e voi?

6 commenti:

  1. Eccomi qui..sono arrivata!
    Sai Themoon comeprendo le tue sensazioni e nelle tue parole mi rispecchio. A volte vorrei essere sempre al 100%, ma poi ricordo la nostra natura umana e mi ritrovo...stanca, semplicemente stanca... anche solo di affrontare la routine e il desiderio di evasione diventa così forte da risultare un macigno che pesa sulle spalle e toglie l'aria... Siamo umani e non macchine da guerra programmate per affrontare il quotidiano senza una goccia di sudore, senza ferite. Poi però tutto passa, o quanto meno si trova il modo di farlo passare, e torniamo ad affrontare la vita, con le sue luci e le sue ombre, fin quando la storia si ripete... e di questo forse non ci stancheremo mai.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben arrivata amica!
      Forse ciò che hai descritto, è l'essenza stessa della vita. Un continuo circolo e ricircolo di sensazioni, emozioni, esperienze, che si ripetono ciclicamente, probabilmente finchè non impariamo qualcosa da esse!
      Ti abbraccio.

      Elimina
  2. Ciao Themoon..eccomi qua! Sono contenta che tu ti sia spostata, perché non riuscivo proprio più ad entrare el vecchio blog. C'è sempre qualcosa da attendere, anche se bisogna imparare ad apprezzare ciò che si ha. Anch'io se passo periodi u po' neri, tendo a starmene un po' più per conto mio, ma conosco persone che ergono un muro attorno a loro e questo non è mai positivo. Bisogna sempre lasciare uno spiraglio ed è probabile che saremo stupiti di quello che ne può nascere. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente ti ho ritrovata!
      Sai, ogni volta che succede qualcosa, mi dico, che dovrei apprezzare maggiormente ciò che si ha. Poi, lo dimentico. Perchè è la vita. Punto e basta.
      Sono d'accordo con te, sempre meglio, lasciare agli altri, ed alla vita in genere, uno spiraglio.
      Ti abbraccio.

      Elimina
  3. This page certainly has all the information I needed about this subject and didn't
    know who to ask.

    Here is my web blog :: paid surveys (paidsurveysb.tripod.com)

    RispondiElimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...