lunedì 12 novembre 2012

Sono tornata!

Eccomi qui a ringraziarvi nuovamente perché non mi abbandonate e continuate a cercarmi, anche quando la vita diventa talmente impegnativa e veloce da non riuscire nemmeno a ritagliarsi del tempo per ciò che veramente amiamo fare.

Comunque eccomi qui, sono tornata!!

come sempre la mia vita e' un gran caos frenetico, e sicuramente la mia più grande soddisfazione, e' il mio nanetto dolce e dal carattere forte e ben definito! Insomma, lui mi fa sorridere anche quando le delusioni delle persone che mi sono intorno, sono più forti anche della mia stessa resistenza alla sofferenza ed al dolore.

E proprio queste persone hanno pervaso i miei pensieri e la mia vita ultimamente, di delusione e d'immensa tristezza. Tante volte, mi sono sentita sbagliata e per l'ennesima volta, mi sono sentita abbandonata, come se in me, ci fosse qualcosa che non va, come se non fossi mai all'altezza, come se non valessi la pena. Io, sarò strana, ma sono il tipo, che in amore, come in amicizia, come negli affetti più cari, si da completamente, amando di un amore incondizionato. Io, non mi risparmio e secondo me, non ha davvero senso, fare diversamente. Infondo e' l'amore, che fa muovere il mondo! E io ci credo. Credo nell'amore totale, quello che vince le barriere, quello totalizzante, che tutto può. Ed adesso che, sono mamma, questo amore lo provo per mio figlio, per il quale non c'è' cosa che, non farei, per la sua felicità'. Perché questo infondo e' l'amore.E non si abbandona mai chi si ama. Non si volta mai le spalle a chi si ama, anche quando non si comprende, anche quando i pensieri, sono completamente diversi dai nostri. Amare, vuol dire davvero, desiderare la felicità dell'altro. Essere mamma, amica, figlio, sorella, non è scontato; non ci si nasce, ma bisogna avere il coraggio delle proprie azioni, dei propri gesti, dei propri sogni. Bisogna avere anche il coraggio di ammettere i propri errori e di saper rimediare, o almeno  di provarci.  Odio, chi non sa far altro che, puntare il dito, chi nella vita, parla solo degli altri e tenta di vivere infondo, la vita altrui, forse perché ci vuole il coraggio di mettersi in gioco, per vivere la propria.

Il dolore però , te lo porti dentro, e ritorna, come una maglia in ferro, risvegliando il passato e tutto ciò che dentro, non ti si è veramente mai chiuso.

Il dolore, ti scava dentro, nel cuore e nell'anima, solchi dolorosi che nessuno vede, ma che ti segnano per sempre. Dolori che rischiano di cambiarti  per sempre e di farti chiudere l'anima, nel ghiaccio forte del distacco, dal mondo. E a questo punto, so, che se non voglio arrivarci, devo  chiedere aiuto....

2 commenti:

  1. La battaglia più grande da affrontare è quella di essere se stessi in un mondo che tenta continuamente di cambiarci...l'avevo letto da qualche parte... e la trovo una cosa vera. C'è chi si propone anche di spiegare la quantità di amore da dare... ma l'amore non si può pesare come fosse un pacco di farina, l'amore va vissuto a pieno a costo di farsi del male (e di male, a volte, se ne subisce anche più del dovuto) senza pentimenti... perchè con il senno di poi potremmo pensare che avremmo potuto "sprecarci" di meno, ma in quel momento sentivamo che quell'amore andava donato con tutto il cuore... Tu cara Themoon hai così tanto amore che ti esplode dentro e se senti di aver bisogno di aiuto...chiedilo senza vergogna perchè nessuno può permettersi di giudicarti.
    Comunque sai sono davvero felice di rileggere ancora le tue parole... Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. Grazie. Si è vero, l'amore non ha misura, non ha peso, non ha confine, non ha senso e spesso, non ha direzione. L'amore, è forte, dolce, e fa soffrire. Non si può davvero dire di amato, se non si è sofferto, è vero, io l'ho sperimentato.
    Si, temo a questo punto, di aver bisogno di aiuto e di aver bisogno di qualcuno bravo se, non voglio far impazzire lui : )

    RispondiElimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...