giovedì 3 maggio 2012

Diversamente normale

Leggo pagine di diario, ebbene si, ho sempre scritto molto, e vi ritrovo sempre le stesse cose; strade percorse e ripercorse, che poi portano sempre allo stesso punto. Un punto di partenza. Eppure non ho imparato dal mio passato.

Solo adesso il coraggio per una volta di andare contro corrente, di fare ciò che io ritenevo davvero giusto e come immaginavo benissimo è la cosa più difficile da fare.

E' facile prendere la via più breve, quella più spianata, l'ho fatto per tutta la vita e non mi ha resa felice. Oggi mi trovo in una via impervia, piena di buche, dal percorso accidentato e difficoltoso e non vedo "domani", eppure, nonostante tutto, vado avanti imperterrita, avvolte con coraggio, avvolte con disperazione, avvolte sorridendo, avvolte fra le lacrime.

Oggi, sono perfino riuscita a farmi una risata fra le lacrime.

Ho capito una cosa di me. Sono fatta male. C'è qualcosa di sbagliato in questa me, strana e anomala. Io, non so dire, ciò che non mi piace davvero. Io parlo un sacco, più di quanto scrivo, eppure quando si tratta di dire la mia opinione sugli altri o meglio sulle questioni importanti, io non riesco a dire ciò che penso. Vorrei che chi ho accanto mi conoscesse così tanto da non esserci bisogno di parole. Invece spesso sbaglio, e chi ho accanto non capisce ed in me, arriva una lama terribile che si chiama, delusione! E' terribile. Posso ferirmi e prima o poi mi passa. Ma se vengo delusa, allora non lo tollero, non riesco proprio ad andare avanti. Non riesco a superarlo e delusione dopo delusione, va a finire che anche il mio sentimento si affievolisce e finisce per spegnersi. Ecco, questo è uno dei miei talloni di Achille.

E più forte è il sentimento che provo per quella persona e più dura ed amara è la delusione. Ma è mai possibile che la persona che vive al tuo fianco non ti conosce abbastanza da sapere determinate cose di te, anche se tu, per amor di pace o di chissà che, non le dici?

L'ho detto io, sono strana. Sono diversamente normale, ecco, questa definizione mi si sposa a pennello.

P.S.

Ho superato le 10.000 visite...vi ringrazio davvero tutti, dal primo all'ultimo, anche chi è passato di qui, e ne è rimasto schifato uscendone di corsa. Grazie.

13 commenti:

  1. Diversamente normale, diversamente romantico,diversamente felice o infelice, diversamente abile...e quantaltro.Tutte le diversità sono difficili da capire esoprattutto da accettare.Tutti vorremmo vivere in un sogno, dove tutto è perfetto, dove tutto e come tu lo desideri, dove tutto non è diverso da come tu lo immagini. Ma purtroppo o per fortuna, viviamo una vita reale, fatta di errori,di mancate comprensioni,di scontri,avvolte,di silenzi,ma anche di gioie,di tanti momenti felici, di lotte per questa felicità.Purtroppo oggi è sempre piu' facile buttare via tutto quello che non ci piace, che per un periodo non ci ha fatto stare sereni, butto via una radio e ne compro un'altra piuttosto che aggiustarla,butto via un copridivano piuttosto che risparmiarlo pensando a chi quel copridivano nemmeno se lo puo' permettere, butto via la moglie o il marito perchè una mancata comprensione, uno stress,dei problemi economici e via dicendo mi fanno stare male e non mi fanno vivere la vita che avrei desiderato.Oggi è veramente troppo facile!! Ma si puo' pensare, che una radio nuova, un nuovo copridivano, un nuovo o una nuova compagna possano all'improvviso far vivere quella vita felice che immaginanavamo?? E, quando si hanno figli,possiamo pensare che accanto alla propria mamma o accanto al proprio papà ci sia una nuova figura che dovra' educarlo, che giocherà con lui, e che magari farà di tutto per togliere quell'amore verso i genitori naturali??
    Diversamente normali lo siamo tutti, ma è proprio la diversità che unisce, bisogna solo avere il coraggio di accettarla!!
    Tu sei diversamente normale, come lo sono io, ma come lo sono tutte le persone che hanno un cuore, ma che hanno anche una testa.

    RispondiElimina
  2. Mi piace ciò che hai scritto. Purtroppo però, mi limito a dire che è una bella teoria, ma nella pratica, è molto riduttivo.
    Non si butta via, semplicemente si va avanti, ci si prova. Non si può pensare nulla di diverso che una famiglia per i propri figli, ma avvolte la vita è differente, avvolte la vita fa tanti scherzi subdoli. Nessuno potrà mai togliere ad un figlio l'amore per un genitore. L'amore di un padre e di una madre, sono insostituibili ed impareggiabili. Nessuno mai potrà amare mio figlio come lo amo io, e lui lo percepisce, lo sa, lo saprà. E sono convinta che, anche suo padre, saprà insegnarli che i suoi genitori, sono solo due, e che sono insostituibili e niente può comprare l'amore.
    Le diversità si accettano, ed avvolte ci si arrende al non riuscire a confrontarsici ogni giorno.
    Avvolte il vero coraggio non sta, nell'andare avanti semplicemente perchè dicono sia giusto o perchè si ha paura della solitudine, del futuro, ma nel tornare indietro, o nel prendere un'altra strada, perchè è giusto essere felici. Perchè è giusto vivere e ricominciare a costruire la propria vita. Avvolte il vero coraggio, sta nel rischiare un futuro diverso. Sta, nel pensare che abbiamo solo una vita e nessuno può permettersi di accontentarsi o di sprecarla. I sogni non esistono, la perfezione nemmeno, la felicità si.
    Ciao Ulisse.

    RispondiElimina
  3. Lungi da me il dispensare consigli o teorie,non sono certo la persona adatta a farlo. quello che dico è solo frutto di esperienze vissute, che poi taluno li prenda come consigli o talaltro come semplici teorie, poco importa.Importa solo che se anche uno solo riesca a vedere la giusta via attraverso le mie esperienze, allora chiamale come vuoi, sarà servito a qualcosa.
    Non conosco la tua esperienza,ma conta fino a 10 magari fino a 100, magari fino a 1000 e magari anche oltre, prima di prendere una qualsiasi definitiva decisione, perche' una volta presa potresti non poter tornare piu' indietro se ti accorgessi di aver preso quella sbagliata.
    Ciao Luna.

    RispondiElimina
  4. Non è la prima volta che leggo questo post, sono passata da qui diverse volte solo che non trovavo le parole più adatte per un commento e forse non le ho neppure quest'oggi...
    "diversamente normale" mi piace come espressione e sinceramente la vedo più come un autocomplimento che ti fai, perchè immagina che noi se tutti fossi uguali e invece guarda che varietà con tutti i nostri pregi e difetti, però non condivido sul fatto che tu ti senta sbagliata... perchè non possono essere sbagliati gli altri... è forse sbagliato sentirsi delusi se qualcuno ci ha deluso? è forse sbagliato piangere se qualcuno ci ha ferito? e seppur vogliamo assurdamente credere che molte cose uno se le cerca, bè non sempre così! Non possimo sempre preoccuparci di chi sta intorno, a volte faremo sbagli a volte no, ma non possiamo accusare noi stessi di non esserci fatti capire...in fondo basterebbe un pò di attenzione da parte degli altri, che molte volte non vogliono vedere perchè hanno scelto loro la strada più semplice o quello più conveniente...e allora dimmi chi è giusto o sbagliato???
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. Grazie. Le tue parole in questo momento medicano un pò le mie ferite. Hai ragione, è bello essere diversi. Io lo sono e me ne vanto. Oggi è un'altra giornata nera, una delle troppe di questo periodo, tant'è che non me la sento di scrivere nulla, per non deprimere tutti voi, che mi seguite con tanto affetto.
    Ma hai ragione. Ogni giorno di più dico che hai ragione. Ma dove si trova la forza per ignorare gli altri e il loro dolore? Per andare avanti? Io non lo so. Qualcuno ha un suggerimento?

    RispondiElimina
  6. Sai, non è facile trovare una persona che ti capisce con uno sguardo. Noi donne, poi, abbiamo la tendenza a dare tante cose per sottointese e a volte quello che a noi sembra più che evidente non lo è per niente agli uomini che ci circondano.
    Non posso e non voglio entrare nella tua situazione personale. Quello che posso dire a te è che forse, pur difendendo il diritto ad essere diversi dagli altri, ogni tanto bisogna cercare di smussare qualche angolo del nostro carattere, soprattutto se certe situazioni ci fanno star male.
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  7. Themoon, noi non ci conosciamo personalmente e se è già difficile conoscere una persona quando con essa si ha un contatto visivo, figurati tramite un mondo fatto solo di parole scritte...quindi io non saprei darti un suggerimento, ma sai chi te lo può dare?... TU!
    Quando ti ho scritto di guardarti allo specchio, ma nel farlo di farlo con fierezza l'ho scritto perchè solo tu conosci ogni ferita della tua anima, solo tu sai quale di queste ti ha fatto più o meno male... solo tu puoi guardare la luce che c'è nei tuoi occhi e io non ci credo che questa luce oggi sia spenta. Perchè quello che scrivi non è un post deprimente, ma una ferita frutto di una scelta e credimi ci sono scelte che richiedono un gran coraggio per affrontarle e non tutti siamo capaci di fare delle scelte e sai per cosa? Per quello che si crede, per quello in cui TU credi e per tutto ciò che di buono hai costruito fino ad oggi...e se non puoi ignorare gli altri, allora sposta semplicemente lo sguardo verso ciò che rappresenta il tuo futuro e ti accorgerai che non ti serve alcuna forza per andare avanti... semplicemente i tuoi piedi si stanno già muovendo

    RispondiElimina
  8. ciao themoon, come stai?
    Eri piena di entusiasmo, mi piacevano i tuoi commenti un po' pazzi. Dove è finita la themoon che ho "conosciuto" allora? Beh, spero che la tristezza passi presto. Se sei convinta che la strada che hai preso è quella giusta, vai avanti e non ti curare dei commenti altrui.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  9. Non so cara Alice, dove è finita quella donna.
    Non so se e quando tornerà o se anche io, continuerò a scrutarla nei miei ricordi.
    Ti dico grazie però, perchè sei fra le poche amiche, sebbene virtuale, che si chiede davvero come sto.
    Non sto in realtà. Sono a pezzi. Come sempre la vita, mi mette davanti a prove che non so affrontare o che non ho la forza di affrontare. Grazie però. Grazie davvero.

    RispondiElimina
  10. Aw, this was an exceptionally good post. Spending some time and actual
    effort to make a superb article… but what can I say… I procrastinate a
    whole lot and never seem to get nearly anything done.


    Feel free to surf to my blog post: paid surveys (paidsurveysb.tripod.com)

    RispondiElimina
  11. I think this is one of the most important info for
    me. And i'm glad reading your article. But want to
    remark on some general things, The site style is ideal, the articles is really great :
    D. Good job, cheers

    Feel free to surf to my weblog ... free music downloads; freemusicdownloadsb.com,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tante grazie, sono contenta che ti piaccia.
      a presto.

      Elimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...