mercoledì 25 aprile 2012

Lacrime

Ho dinuovo voglia di piangere, ero così tranquilla e serena fino ad un minuto fa, e poi basta una parola detta da altri, o non detta e tutto crolla!

Il mondo mi crolla addosso, mi sento uno schifo.

Mi sento sola, sola contro il mondo intero, come se tutto il resto del mondo si fosse alleato contro di me. Nessuno mi capisce, nessuno ci prova a farlo, e tutto mi appare difficile, mi appare doloroso, mi appare tremendo. Ora capisco perchè, tante persone rinunciano alla propria vita, e decidono semplicemente di sopravvivere invece di vivere, perchè sarebbero state lasciate sole! E' la solitudine che spaventa, più di ogni difficoltà. E' il dolore del rifiuto delle tue motivazioni, del tuo stesso dolore, delle tue ragioni. E' questo che fa più male di tutto.



Fa male che gli altri, quelli che fino al giorno prima erano gli amorevoli amici, gli affettuosi parenti, pronti ad appoggiarti a loro dire, in ogni scelta della tua vita, improvvisamente si scandalizzano e ti voltano le spalle. Non mi sorprende che tante donne mollino. Non mi sorprende che ogni nostro dolore, venga visto solo come un ostacolo passeggero, perchè ci sono cose più importanti come dicono loro.

Ma non è importante mi chiedo io, dare a mio figlio, una mamma felice e serena?

Non è importante dimostrare a mio figlio, con i fatti e non con le parole, che deve seguire il proprio cuore, anche quando fa male, anche quando sembra assurdo, anche quando è  la strada più complicata?

Non è importante dimostrare a mio figlio, che la felicità è un dono, ma è altrettanto vero che, bisogna saper combattere per non vivere una vita da infelice?

Ma non capisco, non capisco perchè bisogna per forza essere ipocrita, perchè bisogna essere falsi, fingere e mentire. Perchè deve essere così? Perchè chi fa ciò che è giusto, chi cerca di essere sincero, viene visto come pazzo, come idiota??

La sincerità non paga mai. Viviamo in un mondo di ipocriti. E' facile puntare il dito sugli altri!

Lasciatemi piangere, e poi uscire fuori, in mezzo alla gente, godere del sole che asciuga le mie lacrime e lasciatemi quelle lacrime dentro al cuore, perchè il mio presente, il mio passato, la mia vita, sono caduti in pezzi e che gli altri, ci credano o meno, è dura ricostruirsi, è dura andare avanti senza tornare indietro per i motivi sbagliati, è dura accettare di aver fallito. Dura, anche solo pensare, di credere ad un futuro diverso.

Lasciatemi la serenità di una persona in pace con se stessa, per aver fatto il possibile per me, per aver lottato finchè ne ho avuto le forze, per non essere ricorsa a mezzucci e sotterfugi, per non essere stata ipocrita ed idiota. Lasciatemi la serenità di una persona che crede, di fare la cosa giusta, e spesso non è la più facile, anzi, non lo è quasi mai.

Rimane il sorriso sereno di mio figlio, oggi più che mai, le sue prime parole, la sua gioia e la mia grande felicità quando mi sorride e mi chiama mamma.

Lui, la mia ragione di vita. Lui, il mio amore più grande. Lui, la mia forza ed il mio coraggio, di vivere una vita coerentemente e serenamente. Per dargli il diritto ad una mamma serena, che fa tanti sacrifici, che fa tante rinunce, ma che può guardare il mondo a testa alta e vivere la propria vita come ritiene più giusto.  Che finendo i suoi doveri, può tornare a casa, mettersi sul tappeto con lui, giocare con lui, dimenticando ogni cosa. Lasciando per sè l'amaro ed il dolore, quelli che non si raccontano a chi ti chiede, e lasciandoti infondo al cuore, quei motivi che sai che devono rimanere solo per te. Non tutto deve essere detto. Avvolte bisogna anche avere il coraggio di tacere.

L'intelligenza del silenzio.

Il rispetto del dolore.

Il pudore di momenti di vita che ognuno di noi ha vissuto e che ci rimangono dentro.

Il desiderio di tacere.

Nessun commento:

Posta un commento

Le vostre opinioni sono linfa vitale...