domenica 11 marzo 2012

Mai rinunciare...

Una persona può incontrare il suo sogno sulla strada che aveva scelto di evitare

La frase è del grande Paulo Coelho, uno dei miei autori preferiti, un uomo che nella semplicità della sua scrittura, riesce a farmi riflettere, riesce a far parlare il mio cuore e la mia anima, ad aprirli alle sue parole. Non si legge solo con gli occhi, la bocca, il cervello, si legge con il cuore. Se ciò che stiamo leggendo riesce ad attraversarlo, a suscitare delle emozioni, delle sensazioni. Se riusciamo a sentire le emozioni che sentirebbe il protagonista del romanzo, allora quel libro ci lascerà veramente qualcosa, ci arricchirà di qualcosa di speciale e lascerà una traccia nelle ns. vite.

La prima volta, che ho avuto quest'esperienza è stato circa 15 anni fa, ed era proprio un suo libro, che poi mi ha aperto un mondo. Si chiama "sulla sponda del fiume Piedra...". Un libro meraviglioso, che ti fa essere pellegrino, che ti fa percorrere un sacco di strada per arrivare sulle sue sponde a piangere ed a far diventare le tue lacrime, un tutt'uno con le sue acque. Che ti fa, dare un senso al dolore, che ti fa accettare che nella vita, esiste l'impossibile, nonostante tutto.

Ma torniamo alla frase con cui ho voluto iniziare. Ieri, quando l'ho letta, sulla mia pagina Facebook, mi ha subito colpita.

Tutti facciamo delle scelte, ogni giorno, ed ogni giorno, siamo obbligati ad essere coerenti, a portarle avanti, a sostenerle, avvolte fino allo stremo delle forze, avvolte contro ogni logica. Avvolte anche davanti all'evidenza. Eppure, anche il momento che avvolte ci sembra più nero, quello costellato da ogni imprevisto, da ogni "maledizione" alla fine, può trasformarsi nella strada giusta, nel momento giusto. Basta un attimo e succede proprio quello che non ti saresti aspettato che accadesse. Avvolte è  un grande amore che travolge ed inonda la tua vita, avvolte è una svolta lavorativa importante, avvolte è il grande amore di un figlio.

Quello che so, è che non bisogna mai arrendersi, che non bisogna disperare, che non bisogna arrendersi mai. Che bisogna forse affidarsi e cercare il positivo, perchè l'energia positiva, attrae altra energia positiva, perchè il destino dell'uomo è quello di essere felice. Perchè siamo proprio noi, i peggiori nemici della ns. felicità.

Per esperienza posso dire, che proprio quelli che nella mia vita, erano i momenti peggiori, poi si sono rivelati l'inizio di qualcosa di meraviglioso.

Ci sono stati giorni così difficili e tristi, che mi sembrava quasi di annegare nelle mie stesse lacrime; invece poi, d'improvviso, non un raggio, ma un meraviglioso sole ha iniziato a squarciare le tenebre e si è messo a risplendere illuminando ogni cosa, riscaldandomi il cuore e l'anima, guarendo le ferite lasciate dal dolore. Ci si può rialzare sempre. Sempre, si possono asciugare le lacrime e sempre quelle lacrime versate, hanno avuto una ragione. Sono proprio le lacrime che scaricano il brutto che c'è nel dolore. Dagli occhi gonfi, si riparte perchè la meta è troppo importante.

Voglio finire con una frase che una persona a me cara, mi ha detto l'altro giorno:

"Mai rinunciare. Mai accontentarsi quando si tratta di raggiungere un ambito traguardo o la felicità"

4 commenti:

  1. La vita ci pone davanti scelte continue... necessarie per crescere e andare avanti. Ma si sa che procedendo per una direzione capita di inciampare e non sempre riusciamo a rimetterci subito in piedi... eppure anche in questo caso possiamo sceglie di restare lì,nell'incertezza, o rialzarsi e andare avanti verso quanto c'è di buono in questa meravigliosa vita... in cui bisogna pretendere di essere felici :)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Sono perfettamente daccordo. Anche se non c'è nulla in questa vita, che sia gratis. Si paga tutto e a caro prezzo!

    RispondiElimina
  3. Keep on writing, great job!

    Feel free to visit my web blog: Free music downloads
    (Freemusicdownloadsb.com)

    RispondiElimina

Le vostre opinioni sono linfa vitale...